venerdì 30 aprile 2010

Campo di battaglia

Per un occhio poco allenato questo è un tranquillo campo 
di patate ma , dall'alto della mia esperienza, sono pronto 
a scommettere sul contrario.


Gli incursori dell'esercito nemico stanno prendendo 
posizione, il nome in codice è "DORIFORA", il loro
primo obbiettivo è quello di posizionare un numero
esorbitante di "bombe a grappolo" di colore giallo sulla
pagina inferiore della foglia, scopo della missione:
defogliare le mie piante e rendere misero il mio raccolto.


"Il soldato tedesco ha impressionato il mondo, il bersagliere ha
 impressionato il soldato tedesco". Se vogliono la guerra l'avranno.
I due della foto, travestiti da juventini che festeggiano la permanenza
in serie A, sono finiti davanti alla corte marziale e quindi giustiziati.


Ristabilita la calma posso tornare ai lavori tradizionali dell'orto. 
Tra l'aiuola delle zucchine e quella di regina dei ghiacci e cappucci
ho trapiantato le prime 14 piante di pomodorini che, come al solito 
ho provveduto a proteggere dal sole con un telo ombreggiante.


La giornata è stata intensa, penso di meritarmi un po' di 
riposo all'ombra della zucca.


P.S.  Vorrei precisare che le mie azioni nei confronti della 
dorifora non sono dettate da odio o rancore ma dalla
necessità di difendere i frutti del mio lavoro quale fonte 
di sostentamento.


lunedì 26 aprile 2010

Dalle parole ai fatti



Nel post energie rinnovabili avevo accennato al mal di testa 
causato dai pensieri rivolti all'installazione di pannelli fotovoltaici.
Oggi sono passato alla fase successiva: problemi intestinali 
quali conseguenza per l'importante decisione presa e mal di 
stomaco per l'espletamento delle pratiche burocratiche richieste.
 Scherzi a parte l'operazione prevede l'installazione di pannelli 
sul tetto della casa con scambio di energia sul posto e la 
produzione di energia destinata alla vendita dai pannelli
 posizionati sul tetto della stalla e di una parte del fienile con
 relativo smaltimento dell'amianto. L'impianto domestico ha una
 potenza di 5 Kwp mentre il secondo raggiunge gli 85 Kwp.
....devo trovare l'erba giusta per una tisana.



---------------------------------------------------------------------------------------------------

Capsella bursa pastoris - borsa pastore




 





domenica 25 aprile 2010

Non solo semine

La primavera quest'anno si è fatta attendere ma le prime
semine fatte sotto la protezione del tunnel stanno dando i
loro frutti.


La regina dei ghiacci, con le sue foglie frastagliate e croccanti
è fra le mie preferite, ne ho trapiantate una trentina di piantine, 
alcune anche fra la pacciamatura di rametti sotto l'uva. Per i
rapanelli più che di una raccolta si è trattato di un diradamento,
ce ne sono in abbondanza e tra poco inizieranno ad ingrossarsi
anche quelli della seconda semina. Seguono la cicoria zuccherina
 di Trieste e la rucola del secondo sfalcio. Per insaporire il tutto si 
può aggiungere dell'erba cipollina (detta dell'aglio o varietà cinese)
che differisce dalla comune erba cipollina oltre che per avere un 
sapore che ricorda quello dell'aglio, per gli steli che invece di 
essere tondi sono appiattiti.


Nel reparto alberi da frutto trovano posto i fichi: quello in 
primo piano è allevato ad alberello, l'ho ottenuto da un pollone 
radicato dal fico in secondo piano che, essendo stato "potato"
dall' "innominato", mi ha chiesto di non essere fotografato.
Concludono la serie un altro pollone radicato di un anno e 
una piantina di varietà "Brogiotto" acquistata quest'anno.

 

A breve sbocceranno anche i fiori dell'actinidia, la quantità
di boccioli mi fa ben sperare anche se le due piante più giovani,
di cui mi aspettavo l'entrata in produzione, ne hanno solo un paio.

venerdì 23 aprile 2010

Per non interrompere una tradizione


La voglia di seminar patate mi ha portato ad invadere
lo spazio solitamente riservato alle arachidi...


tuttavia non me la sono sentita di eliminarle totalmente
dall'orto, non richiedono grandi cure, vanno rincalzate
per favorire la formazione dei baccelli che, per chi non 
lo sapesse, avviene sotto terra e irrigate q.b.
- Spazio dedicato: una fila da 8 m. circa -

 

A proposito di simmetrie (vedi quella proposta su orto weblog)
se queste cimici (eurydema ventrale) continuano a scambiarsi le 
loro opinioni sull'infiorescenza della verza, rischiamo un invasione.


giovedì 22 aprile 2010

Emergenza...

.....niente paura, non chiamate il 118, sono ritornato con i
piedi per terra. L'emergenza è la fase che va dalla semina 
all'uscita del germoglio dal terreno.


Per il mais questa fase è durata 11 giorni...ne mancano
120 per arrivare a maturazione...può succedere di tutto.


I fagiolini hanno impiegato 8/9 giorni, erano protetti dal
TNT e anche loro sono germogliati in modo uniforme.


Le patate si sono fatte attendere, piantate il 24/3 hanno
bucato il terreno il 16-17/4 , le ultime stanno spuntando solo
ora dopo quasi un mese. Va detto che al momento della semina
le gemme erano molto corte ma le temperature del periodo non
sono state quelle ottimali. Anche loro avranno il tempo per rifarsi.

mercoledì 21 aprile 2010

Panoramica




Alcune tegole fuori posto mi hanno costretto a salire sul 
tetto della cascina, ne ho approfittato per fare una foto ai 
campi di mais che, a breve, dovrebbero colorarsi di verde.


Sotto di me avevo anche una "tendopoli" allestita dalla 
protezione civile in favore di alcuni poveri ortaggi
che preferiscono passare la notte sotto i tunnel e di altri
che, appena trapiantati non sopportano il sole pomeridiano.



lunedì 19 aprile 2010

Rapanelli, cicoria e....

I lavori nell'orto proseguono con la posa dei sostegni
per i piselli, c'è anche una quantità esagerata di erbe
infestanti da strappare dalle varie aiuole ma, per fortuna,
ci sono anche verdure da raccogliere...


...erano germinati in modo poco uniforme e sono stati 
danneggiati un po' dalla grandine ma si sono ripresi bene,
l'aiuola è bella piena e io li sfoltisco volentieri.


Dopo lattughino e rucola è arrivato il momento di
raccogliere anche la cicoria zuccherina di Trieste che,
tagliata finemente, si abbina bene ad un ciuffetto di agretti.
Nel frattempo stanno germinando patate e fagiolini.


-----------------------------------------------------------------------------


Glechoma hederaceum  ( Edera terrestre )




venerdì 16 aprile 2010

Energie rinnovabili...


...nel senso che tutti gli anni ti rinnovano 
il mal di schiena...


...qualcuno mi dirà che ci sono energie rinnovabili che 
invece di essere posizionate sotto il tetto vengono installate
sopra, ci sto pensando, ma non vorrei passare dal mal 
di schiena al mal di testa.
Nei prossimi giorni potrebbero esserci importanti sviluppi.

--------------------------------------------------------------------------------

Geranium molle (geranio volgare)



 



giovedì 15 aprile 2010

Fragole


A fine settembre 2009 ho piantato queste fragole
rifiorenti acquistate e trapiantato altre che avevo
in un altra aiuola ma senza pacciamare con 
il classico film di plastica nera.....


...........ho rimediato oggi con i soliti rametti triturati.
Per tenere nota dei lavori dell'orto devo annotare
la semina del basilico e il trapianto di altre 14 piantine
di regina dei ghiacci.


Ho inoltre terminato il diserbo del mais mentre 
domani conto di finire di tagliare la legna.

martedì 13 aprile 2010

"Erburin"- prezzemolo


L'anno scorso non ha dato una produzione eccezionale
e quest'anno, essendo una pianta biennale, è destinato ad 
andare a seme ma, prima di fiorire, mi ha regalato un ultimo
 abbondante sfalcio che verrà conservato nel congelatore.


Anche le zucchine seminate il 27 marzo stanno dando
soddisfazioni, dai 30 semi messi a dimora sono nate
29 piantine, dovrebbe essere sempre così invece le
cugine zucche mi hanno dato una piantina da 4 semi,
ieri ho seminato i 4 semi rimanenti e ho incrociato le dita.


I rapanelli seminati il 2 marzo mi stanno facendo venire
l'acquolina in bocca, devo  resistere ancora qualche giorno.


Nel frattempo ho seminato altra lattuga e qualche seme
d'anguria sugar baby

sabato 10 aprile 2010

Lato B


Non è una velina, probabilmente non finirà sul
calendario Pirelli, forse non si è messa in posa per
 il fotografo ma, sicuramente si sta guadagnando
 da vivere in modo più che dignitoso...


...è la mia amica ape immersa nel suo lavoro
tra i fiori del ciliegio.


Dopo alcuni giorni di assenza dovuti alla semina
del mais, sono ritornato nell'orto dove è ormai
tempo di seminare i fagiolini rampicanti, buchette
distanziate circa 25 cm e 7 semi per buchetta.
Ho seminato anche due file di cetrioli mettendo
i semi a 4/5 cm di distanza.


E' incominciata anche la stagione dei trapianti, 
non  so quante probabilità abbiano queste piantine
di regina dei ghiacci di attecchire, le dimensioni ci
sono, ma sono molto tenere e rischiano di appassire 
sotto il sole, per difenderle ho posizionato gli archetti
del tunnel e ombreggiato con telo di stoffa.

venerdì 9 aprile 2010

la semina del mais


Terminata l'erpicatura è arrivato il terzista
per la semina.


Tre varietà - 
Kws Kobras - 150000 semi
Dekalb 6666 - 300000 semi
Nk Arma      - 300000 semi


70 cm tra le file - 19 cm sulla fila - 
profondità 4 cm


Queste sono le fredde cifre della semina, ma il mio
pensiero è già rivolto alla prossima operazione:
il diserbo.

mercoledì 7 aprile 2010

Erpicatura


Come da copione, una volta terminata la distribuzione
del concime ho iniziato ad erpicare.


L'operazione è stata affidata al Lamborghini 950 che mi ha
assicurato di riuscire a terminare il lavoro, tempo
 permettendo, entro venerdì, quindi in settimana si potrebbe
seminare il mais.



martedì 6 aprile 2010

Fiori rosa......


.....fiori di pesco.  Ormai le drupacee stanno entrando in 
fioritura e le api con gli altri pronubi stanno dando il loro
 contributo per una potenziale abbondante produzione.


Questa mattina, dopo aver finalmente concluso la vendita del 
fieno, ho iniziato la distribuzione del concime che conto di
portare a termine domani dopo di che, tempo permettendo,
potrò iniziare ad erpicare i terreni destinati al mais.




sabato 3 aprile 2010

E' ritornato il sole.


Il titolo e le foto si riferiscono alla giornata di ieri,
infatti oggi sono ritornate le nuvole e anche un po' 
di pioggia....almeno abbiamo evitato la brina.


Come vedete è giunta l'ora di tagliare la legna accatastata
l'autunno scorso, la sega circolare ha il lavoro 
assicurato per i prossimi giorni.


La vendita del fieno è quasi arrivata al suo epilogo, per svuotare
 il fienile rimangono ancora un cinquantina di balloni.


Per augurarvi la Buona Pasqua ho fotografato i fiori
del mio susino "goccia d'oro" che dopo una giornata da
 brivido festeggia lo scampato pericolo con l'amica ape.


venerdì 2 aprile 2010

Grandine e brina


Ieri pomeriggio, quando pensavo di aver passato indenne
il primo aprile, è arrivato un temporale che ha scaricato
grandine su orto e giardino, a farne le spese sono state le 
piante da frutto già fiorite e gli ortaggi non protetti ovvero
 piselli, cipolle e rapanelli.


Al termine sembrava ristabilita la pace suggellata da
un bellissimo arcobaleno ma......


.....all'alba del nuovo giorno mi attendeva un'altra sorpresa.
Prati bianchi per la brina e ghiaccio sopra i tunnel.


Il lattughino ben protetto non poteva mancare nel menù del Venerdì Santo.

 I prossimi giorni  valuteremo l'entità dei danni sui fruttiferi  come 
pesco, albicocca e susine in fiore e sui germogli del kiwi.

giovedì 1 aprile 2010

Alti e bassi


Nei post precedenti avevo già parlato dei progressi
fatti da aglio e cipolle, i primi piantati in luna crescente
mentre le seconde con luna calante, al momento non 
noto differenze, dopo il raccolto tireremo le
 conclusioni, intanto è aperto il dibattito.


Unico problema, per il momento, è la lotta alle infestanti...

 

..nei giorni scorsi ho abbinato alla lotta alle malerbe una leggera
rincalzatura.


Come dice il titolo dopo gli alti ci sono anche i bassi:
i piselli seminati il 16/2 avrebbero avuto bisogno della
 protezione del TNT, condizione minima per anticipare le
 semine, in alternativa una semina a metà marzo avrebbe
 dato risultati migliori soprattutto per quanto riguarda la
germinazione che non è stata delle migliori.