mercoledì 12 dicembre 2012

Nulla si crea e nulla si distrugge..


..tutto si trasforma.
La via più semplice è quella di
trasformare le ramaglie in fumo ma,
vederle trasformare in compost,
da più soddisfazione.


Inoltre, da non sottovalutare, la
possibilità di passare una giornata
all'aria aperta.
(visto le temperature questa potevo 
risparmiarmela)

lunedì 10 dicembre 2012

Cayote


Sechium edule
Patata spinosa o zucchina spinosa,
io preferisco la seconda definizione, 
anche perché appartiene alla famiglia 
delle cucurbitacee.


Nel 2013 avranno il loro spazio
nell'orto della Scovazza.
Le avevo coltivate quando ero
mooolto più giovane, poi sono
"passate di moda", ma non sono state
 dimenticate e quando le ho riviste
nel gruppo Facebook
Amici dell'orto 2
mi sono procurato questi tre
frutti per riprendere una coltivazione
che potremmo chiamare :
Cayote 2.0

venerdì 7 dicembre 2012

Notte bianca


Il giardino e i prati innevati
mi obbligano ad uscire per
scattare una foto notturna...


...i limoni è meglio che non sappiano
 cosa sta succedendo fuori.....


....Balto la stava aspettando!!!


E' arrivato il bel tempo.


domenica 2 dicembre 2012

Temp e cul fan a so mòd


Non avendo ancora acquisito la
capacità e i mezzi tecnici per regolare
le piogge a mio piacimento,
mi limito a misurarne la quantità....




                      2009     2010       2011     2012
marzo               110       109        72      10
aprile                154         61        20    115
 maggio                15       133        37     77  
giugno                56       103       118     44
        luglio                  42           4        92       7         
        agosto                44         91       18       40         
settembre         118         87       53      75
ottobre                57       153       38     102
novembre           79       245       90     155
  TOT                 675      986     538     625

.....non si può fare a meno di notare che
quest'estate le piogge sono state veramente
scarse. Per fortuna ho sempre avuto acqua
in abbondanza per irrigare, merito anche di chi
ha gestito il livello del lago di Como e, di
conseguenza, la portata dell'Adda e dei
canali che consentono di irrigare la
Scovazza.