mercoledì 20 novembre 2013

Tema d'attualità


Purtroppo della manutenzione del territorio
ci si ricorda solo quando si verificano eventi 
catastrofici. In questi ultimi anni, con l'aumento
spropositato delle nutrie, la manutenzione dei
canali d'irrigazione si è fatta sempre più impegnativa.


Le loro tane causano frequenti cedimenti
degli argini.


In caso di canali paralleli, 
la situazione è ancora più grave.


Non ci si può limitare alle opere di
riparazione, bisogna prevenire.


A mali estremi......

9 commenti:

  1. Secondo me può funzionare una volta forse.
    Poi quando le altre vedono la malcapitata non le prendi più.
    Esperienza personale con i topi.
    Poi forse non sono capace io con l'esca.
    Ciao. Lorenzo

    RispondiElimina
  2. Ehm!Delle nutrie catturate cosa ne fai?
    Cumunque nutrie e topi sono animali schifosi,inutili e dannosi,questo è il mio parere personale naturalmente.Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che non ti piacciono...siamo d'accordo.
      Che siano dannosi, è sacrosanto.
      Ma credimi, seppur a volte sia difficile comprenderlo, tutti gli animali sono utili a qualcosa...comprese le nutrie ed i topi.
      Nel rispetto della Natura, spesso siamo sopraffatti (io per primo...sia chiaro) dalla rabbia dei danni causati da taluni animali, ma se ci fermiamo a riflettere..e AD OSSERVARE vedrai che non sarà difficile cogliere l'utilità dell'animale.
      Poichè tutto fa parte di un ciclo, spesso ci sono animali che ci appaiono scomodi ed antipatici, e le talpe, le vespe, le vipere o piuttosto i ratti sembrano esistere solo per arrecarci danno...ma servono.
      Ciao
      A.A.

      Elimina
  3. @ Lorenzo - Non è la risoluzione al problema, ci vorrebbero metodi più incisivi. In un anno e mezzo ne ho catturate 50.....nelle poche centinaia di metri di canali della mia cascina ti lascio immaginare cosa possono combinare. Purtroppo ce ne sono ancora moltissime.
    @ Blogredire - ...estremi rimedi! in ottemperanza al Piano Provinciale di controllo della Nutria : http://www.provincia.cremona.it/cacciapesca/?view=Pagina&id=4611

    RispondiElimina
  4. @ Agricoltore Anacronistico - Se sono animali dannosi servono .....a fare danni :-)
    Oltre agli argini distruggono anche le coltivazioni, ho visto centinaia di piante di mais distrutte in una sola notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Emilio,
      saprai meglio di me che loro contribuiscono a mantenere puliti i fondi dei canali svolgendo il lavoro di "spazzino", e comunque se si sono riprodotte in questa misura è anche grazie al fatto che l'uomo non ha saputo gestirle negli anni addietro, e che talvolta le scelte agronomiche...la cementificazione...l'abbandono delle campagne ...o piuttosto la scelta di fare intensivo con colture "sin troppo appetibili" (vedi appunto il mais), hanno spinto questo animale a raggrupparsi e a sviluppare famiglie numerose.

      Con questo...il mio voleva essere un appunto a quello che l'amico blogredire aveva detto; a mio parere nessun animale è inutile.

      Mi permetto di segnalare questi due link (reperibilissimi con una semplice ricerca in internet), in modo da (e mai lo vorrete) poter approfondire l'argomento
      http://nutria-myocastor.blogspot.it/2009/12/vantaggi-e-benefici-della-nutria-coypu_12.html
      http://www.ilmiorizzonte.it/tdc_nutria.aspx
      Questo non vuole dire che non siano dannosi...che diamine, sono MOLTO DANNOSI!
      Ciao a tutti
      A.A.

      Elimina
    2. Secondo me, non essendo una specie autoctona e che si riproduce molto velocemente, entra in competizione con la fauna locale a discapito di quest'ultima. Vedere la nutria nel laghetto al parco può far contenti i bambini (come nella foto del link) e i danni sarebbero impercettibili, quando in un'area ristretta se ne concentrano alcune centinaia, le cose cambiano e il loro contenimento diventa un dovere. Quando nella mia zona sono apparsi i primi esemplari, 15/20 anni fa, era una gioa vederli. Nel giro di pochi anni la situazione è profondamente cambiata. Per quanto riguarda le colture interessate, non fa molta distinzione ma devasta qualsiasi terreno si trovi in prossimità dei corsi d'acqua .
      Per par condicio propongo anch'io un link per approfondire l'argomento.
      http://www.ambienteterritorio.coldiretti.it/tematiche/Caccia-Fauna-Selvatica/Pagine/Dannidanutria,%C3%A8emergenzaperl%E2%80%99agricoltura.aspx

      Elimina
    3. Trovo interessante e giusto quanto dici.
      Condivido il DOVERE di contenere questo animale...in pieno.
      Dico solo che non è un animale...inutile, e rimango fermissimo sulla mia posizione!
      Ancora una volta l'uomo ha fatto confusione: se la nutria se ne fosse rimasta dove era tutto andrebbe certamente meglio.
      Il senso delle mie parole era rivolto all'utilità di un animale, ma forse era meglio se me ne stavo zitto e buono a borbottare per le parole usate da Blogredire.
      Mi scuso se sono stato prolisso ed ho monopolizzato questo tuo post.
      Ciao
      A.A.

      Elimina
    4. Quando ho deciso di scrivere questo post sapevo benissimo che molti non sarebbero stati d'accordo e che avrei dovuto controbattere ad affermazioni come le tue, sul mio blog i commenti sono liberi e, finché ci saranno dibattiti come questo, continueranno ad esserlo. Ti aspetto per il prossimo ;-)
      Ciao

      Elimina