venerdì 4 dicembre 2009

Giornata umida..

....Frutta secca
Questa volta si tratta di arachidi.
Seminate a metà aprile sono state raccolte a metà ottobre.
Richiedono poche cure: qualche irrigazione e la rincalzatura
come si fa per le patate, inoltre essendo leguminose non hanno
bisogno di azoto e lasciano il terreno in buone condizioni
di fertilità. Alla raccolta devono essere lasciate asciugare al sole
per alcuni giorni, per essere consumate devono essere tostate
in forno a 150°C per circa 30 minuti.

3 commenti:

  1. cavolo che altro metti su blog?ma quante cose hai in quella azienda?...dimmi se io compro gli arachidi da piantare credi che mi faccia qualcosa?o meglio dire si trovano da comprare le piante di arachidi?uffi sn cosi delusa che voglio fare tante,avere tante ma.....nn sn poi capace di fare nulla...:-(

    RispondiElimina
  2. Ovviamente quelle tostate pronte da mangiare non germinano se vuoi seminarle prova a chiedere in un negozio di sementi. Nel mio orto le ho seminate la prima volta nel 2007 con seme acquistato, gli anni successivi ho tenuto da parte le migliori e così ho fatto anche quest'anno, sono quelle nella ciotola azzurra della foto. E poi ti posso dare un consiglio da bersagliere, il 10° comandamento di Lamarmora (fondatore dei bers.)dice:-" fiducia in se stessi fino alla presunzione".
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. azz sapessi la fiducia nn fa parte del mio carattere in quello che faccio xchè mi sembra che siano cm me.quando io sto male spiritualmente anche le mie piante stanno cosi...io ci parlo anche e le complimento quando fanno 1 buon lavoro ma le sgrido anche quando vedo che nn fanno nulla di buono o nn fanno proprio nulla o pure si ammallano...poi alla fine do la colpa a me stessa xchè va tutto male e quindi loro ci provano anche se alla fine nn riescono a fare + di tanto esattamente cm me...;-(((((

    RispondiElimina