sabato 6 novembre 2010

Cavolini di....Emilio.


Sui blog dei miei più titolati colleghi se ne vedono di 
più belli, spero mi sia concessa l'attenuante per
essere al primo anno di coltivazione.


La quantità mi sembra accettabile, il difetto sta nella
non perfetta compattezza del grumulo, influenzata
negativamente dall'eccessiva presenza di azoto nel terreno.
Probabilmente il mio terriccio, che contiene  una buona
 dose di letame, è più ricco di quanto pensassi.
Le tecniche di coltivazione prevedono il taglio delle foglie 
basali e del germoglio superiore della pianta allo scopo
di favorire lo sviluppo dei grumuli anche se, alcuni
sconsigliano quest'ultima pratica in quanto potrebbe
causare marciumi e danni da gelo.
"L'amore per la scienza" mi ha imposto di sperimentare,
l'anno prossimo aggiusteremo il tiro e intanto
questa sera  cavolini...per Emilio.

5 commenti:

  1. Ho visto foto di cavolini che sembrano disegnati al computer tanto sono regolari, i miei non posso regalarli altrimenti faccio brutta figura....spero di aver reso l'idea.

    RispondiElimina
  2. Almeno i tuoi sn già grandini nn cm i miei che stanno uscendo adesso..e alla fine hai tagliato la testina o no?...:D.Ti auguro buona domenica

    RispondiElimina
  3. @ novelinadelorto - l'ho tagliata a metà delle piante... vedremo come va a finire.
    Ciao.

    RispondiElimina