venerdì 28 maggio 2010

Irrigazione


Per soddisfare l'elevata esigenza di acqua dell'orto
sono state realizzate "sofisticate" opere di ingegneria
idraulica: un tubo interrato sotto la strada fa da
collegamento con il fosso, abbassando una paratoia
si fa alzare il livello dell'acqua che va a dissetare 
gli ortaggi.


Anche i prati avevano bisogno di essere irrigati.
Come annunciato nel post precedente, terminata 
la fienagione, ho dato il via all'operazione.


Il principio è lo stesso di quello impiegato per l'orto, 
opportuni "giochi" di paratoie dirigono l'acqua nel punto
 desiderato. Nella foto si vede la paratoia del canale
principale, punto di partenza dell'operazione.


Salvo casi eccezionali riesco ad irrigare tutti i terreni
senza l'impiego dell'idrovora con notevole risparmio
 di gasolio. Per dare un ulteriore tocco ecologico 
gli spostamenti per controllare il livello dell'acqua
vengono fatti in bici al chiaro di luna (quando c'è), si
ha così modo di mantenersi in forma pedalando al 
canto di gufi e civette fra una moltitudine di lucciole.
(i puntini luminosi della foto).



3 commenti:

  1. Ah .. potessi copiarti!!! Per dirlo alla Simpson ... "Miiticooo!"
    Ciao Semola

    RispondiElimina
  2. Grandiosa idea.Io ho 1a canaletta dietro casa ma nn posso irigare cn quella acqua visto la scarsa quantità e quella della fontana nemeno xchè la gomma nn arriva e cosi irigo cn il rubbineto del serbatoio di casa...beato te che hai quella che e la migliore

    RispondiElimina
  3. @ Semola - spero tu voglia copiare il metodo d'irrigazione perché, anche se l'ho messa sul romantico, girare di notte per i campi dopo una giornata di lavoro sopporti il primo giro, i successivi diventano sempre più pesanti in modo esponenziale.
    @ Novelinadelorto - Uso anch'io l'acqua di casa per le piccole irrigazioni, ma, per fortuna, ho anche questa possibilità.
    Ciao a tutti.

    RispondiElimina