sabato 29 gennaio 2011

Censimento


Il ministero per la silvicoltura e foreste della 
cascina scovazza ha indetto il 1° censimento
del patrimonio boschivo quindi, in ottemperanza
alla direttiva, mi son fatto una passeggiata lungo 
i confini per contare e catalogare tutte le 
essenze legnose.


Sullo sfondo della foto si vede la catasta formata 
con i rami dei salici, mentre in primo piano la legna degli
alberi che ogni anno muoiono e  non vengono più
reimpiantati in quanto i rimanenti sono più che sufficienti
per il nostro fabbisogno.


In questa foto le poche robinie rimaste, uno spettacolo
quando, in primavera, si riempiono di fiori 
 bianchi e profumati.

Dati ufficiali del censimento:

Salice       226
Platano      16
Robinia        7
Quercia       6
Pioppo        5
Olmo           5
TOTALE   265


martedì 25 gennaio 2011

Aria fresca


Sarebbe stato un peccato non sfruttare queste
belle giornate per portare a termine la potatura 
dei salici....


....respirare aria fresca e godersi il suono della
motosega.....


.....sto' andando troppo sul poetico ma 
anche la roncola ha diritto a un po' di riposo.


sabato 22 gennaio 2011

Il dilemma


Verza o Pan di zucchero?


Per non fare la fine dell'asino di Buridano
lascio scegliere alla padrona di casa che senza
indugi sentenzia: " oggi verza!".

Anche quest'anno la Pan di zucchero si è rivelata
il mio cavallo di battaglia, incalzata dalle verze che,
sia  per numero che per dimensione, si sono
rivelate una sorpresa positiva.

Promemoria per la prossima stagione:
in mancanza di telo trasparente ho coperto una parte
dei tunnel con telo nero, non è stata una buona idea:
le foglie esterne sono marcite in modo notevolmente
superiore rispetto a quelle riparate dal telo trasparente.
Prometto - non lo faccio più.

martedì 11 gennaio 2011

Prima e dopo


Premessa molto importante: quando ho in mano le
forbici da potatore sono molto pericoloso, lo
testimoniano le foto riportate sotto.




La prima a subire le mie "torture" è stata la 
Passacrassana. Essendo una cultivar con una
scarsa vigoria, gli esperti consigliano una potatura
energica per stimolare lo sviluppo di nuovi rami e 
contrastare la formazione di numerose "borse" e
"zampe di gallo". Ora la domanda sorge spontanea:
- sono stato abbastanza energico?


  

Stessa sorte è toccata alla Kaiser che, non potendo
darsela a gambe, si è dovuta rassegnare.  
Per lei si consiglia una potatura di produzione 
essenzialmente lunga in quanto non produce molte 
"lamburde" nei rami a frutto che, di conseguenza,
non devono essere accorciati energicamente.
Le forbici sono sempre a portata di mano, se qualcuno
ha consigli da darmi parli ora o taccia per sempre.  

P.S. non lasciatevi intimorire dall'ultima frase,
aspetto con ansia i vostri consigli.
     



giovedì 6 gennaio 2011

Chi ben incomincia....


Incominciare bene l'anno nuovo è importante,
ma è ancora più importante iniziare bene la 
coltivazione dei nostri ortaggi.
Fondamentale è avere a disposizione un terreno
con una buona dotazione di sostanza organica.


Recuperare sostanza organica in una cascina non è
un'impresa difficile ma, dall'anno scorso  ho deciso 
di non sprecare l'abbondante quantità di piccoli rametti
che finivano in un grande falò dopo la potatura dei salici.
Davanti al grosso cumulo ottenuto un anno fa le mie
perplessità riguardavano i tempi necessari alla sua
trasformazione in terriccio, oggi posso dire che, con
una triturazione grossolana come quella fornita dal mio 
trituratore, bisogna avere la pazienza di aspettare un anno
intero. 


Ovviamente nella miscela sono entrati anche gli scarti
di orto, giardino e cucina con l'aggiunta di letame e
qualche goccia di sudore, versato nei periodici
arieggiamenti del cumulo eseguiti rigorosamente
col forcone.




martedì 4 gennaio 2011

Eclissi


Trovare argomenti "agricoli" per pubblicare 
un post in questo periodo non è facile, quindi ne 
approfitto per documentare l'eclissi parziale di sole
che ha rischiato di non essere visibile a causa della
velatura intermittente del cielo.


Tolto il vetrino dalla maschera da saldatore pensavo
di aver risolto tutti i problemi riguardanti lo scatto
delle foto, ma mi sono subito dovuto ricredere quando
nel vetrino invece del sole appariva la mia immagine riflessa
che eclissava l'eclissi. Dopo tanti scatti mi sono rassegnato/
accontentato, ci riproverò nel 2026.


sabato 1 gennaio 2011

USB



I migliori auguri per un felice
duemilaUndici dalla cascina Scovazza
a tutti gli amici Blogger






Gli auguri di Natale sono saltati insieme alle
porte USB facendomi passare il primo Natale
dopo 27 anni senza computer.