domenica 31 ottobre 2010

Kaki


Ancora una volta l'arrivo della perturbazione
ha fatto scattare l'istinto del contadino a
" mettere il fieno in cascina".



A questo livello di maturazione non sono ancora pronti
a deliziare il mio palato, ma lo diventeranno una volta
messi in compagnia di una mela chiusi in una pentola.
Il responsabile di questa "magia" è l'etilene: un ormone 
vegetale presente nei frutti in forma gassosa.
Sfruttando il maggior quantitativo di etilene prodotto
dalla mela durante la sua normale maturazione
acceleriamo quella dei kaki che altrimenti
maturerebbero più lentamente.


Dei 460  kaki raccolti, uno ha deciso di mettersi in
 mostra e, come avviene nel mondo dello spettacolo,
si è guadagnato una foto in prima pagina.


6 commenti:

  1. Porca miseria che razza di raccolto,mai visto un caco con quella forma,complimentoni.
    Volevo tirare giù anche i miei,ma guarda che tempaccio.

    RispondiElimina
  2. L'anno scorso erano 600. Oltre al tempaccio da me c'erano i "passanti" che non passavano di lì per caso quindi son dovuto correre ai ripari.

    RispondiElimina
  3. Devo raccoglerli anch'io... nel mio piccolo, ma da noi è piovuto a dirotto ininterrottamente ... pensa che nel versante opposto a casa mia ci sono stati 3 morti.

    RispondiElimina
  4. In questi casi la raccolta dei kaki passa in secondo piano.

    RispondiElimina