venerdì 1 ottobre 2010

La fortuna del broccolo


Se il broccolo, protagonista del post di ieri, non è
ancora finito in pentola, è senz'altro merito degli
altri ortaggi che mi offrono una valida alternativa.


Uno di questi è l'indivia riccia, altra new entry nel
mio orto. Le pratiche di coltivazione consigliavano
la legatura per favorire l'imbianchimento, io 
questo non l'ho fatto ma le foglie che compongono
il cespo sono comunque molto tenere.


I fagiolini sono al canto del cigno, un ultimo assaggio 
di "cornette" fresche per poi passare a quelle conservate
 nel congelatore. Le due varietà, viola e gialle, che ho 
provato pur non essendo andate malissimo non sono
riuscite a competere con la varietà "bobis" a cui
spetta di diritto un posto nell'orto 2011.


Il broccolo deve ringraziare anche LORO se non sono 
ancora entrato nell'ottica che da oggi siamo in ottobre
e sarebbe ora di passare a frutti tipicamente autunnali.


3 commenti:

  1. Quanta "invidia" per la fortuna del broccolo/i .
    MAanche per i fagiolini , e le fragole, e...
    Talvolta pensiamo che non sarebbe male venire a prendere qualche lezione da un vero bersagliere-contadino.

    RispondiElimina
  2. @ losmogotes - Le lezioni le ho ricevute io seguendo i vari blog "orticoli", compreso il tuo, dai quali ho attinto moltissimi consigli utili ma senza dimenticare il ruolo che gioca la fortuna.

    RispondiElimina
  3. Sono daccordo con te Emilio,dai vari blog anch'io ho imparato moltissimo.

    RispondiElimina