domenica 28 febbraio 2010

aromatiche


La sua introduzione nell'orto risale agli anni 80, in quel
periodo i ritrovamenti di funghi chiodini erano abbondanti
e per la loro conservazione sott'olio nei vasetti mettevamo
anche un paio di foglie di alloro (laurus nobilis), col 
passare degli anni trovare chiodini è diventato sempre più
difficile e la presenza di questo cespuglio nel nostro orto
ha assunto quasi esclusivamente un carattere ornamentale.


L'impiego del rosmarino (rosmarinus officinalis)
non ha conosciuto soste, alla cascina Scovazza non si
cucina un arrosto senza mettere in pentola un rametto
di quella che, per noi, è la regina delle aromatiche.



Ieri, oltre che aver finito di vangare, mi sono dedicato
alla moda di quest'anno : pacciamare con rametti triturati, 
un esempio potete vederlo nelle due foto sopra.




2 commenti:

  1. Se vi piace il pesce l'alloro è quasi d'obbligo.
    Evviva la pacciamatura! ;-)
    A presto,
    Davide

    RispondiElimina
  2. Il pesce piace ma in cucina è il nostro punto debole.
    Ciao.

    RispondiElimina