lunedì 26 aprile 2010

Dalle parole ai fatti



Nel post energie rinnovabili avevo accennato al mal di testa 
causato dai pensieri rivolti all'installazione di pannelli fotovoltaici.
Oggi sono passato alla fase successiva: problemi intestinali 
quali conseguenza per l'importante decisione presa e mal di 
stomaco per l'espletamento delle pratiche burocratiche richieste.
 Scherzi a parte l'operazione prevede l'installazione di pannelli 
sul tetto della casa con scambio di energia sul posto e la 
produzione di energia destinata alla vendita dai pannelli
 posizionati sul tetto della stalla e di una parte del fienile con
 relativo smaltimento dell'amianto. L'impianto domestico ha una
 potenza di 5 Kwp mentre il secondo raggiunge gli 85 Kwp.
....devo trovare l'erba giusta per una tisana.



---------------------------------------------------------------------------------------------------

Capsella bursa pastoris - borsa pastore




 





7 commenti:

  1. Immagio cm ti senti cavolo e quanto dovrai sborsare.....:-(

    RispondiElimina
  2. In effetti è la cifra da sborsare la causa principale dei problemi intestinali....

    RispondiElimina
  3. Bella idea il fotovoltaico ... ti renderesti indipendente energeticamente...
    Scusa se torno su un argomento precedente, ma i semi delle arachidi non tostati dove si trovano? E fino a quando le potrei seminare?

    RispondiElimina
  4. Beh, superando i 3 kWp sul tetto della casa oltrepassi anche la potenza "domestica" quindi già li la burocrazia aumenta...
    cmq c'è da dire che oltre a tutte le scartoffie che si devono fare, c'è anche la questione che i soldi li devi sborsare prima di vedere i pannelli nel tuo cortile, altrimenti non te li fanno uscire dalla fabbrica... auguri!
    Marco85

    RispondiElimina
  5. @ Semola - I semi delle arachidi li ho comprati 4 anni fa in un negozio di sementi che, pur non avendoli disponibili, me li ha procurati in pochi giorni. Gli anni successivi ho utilizzato i semi auto-prodotti. Penso che seminandoli entro la prima metà di maggio riusciresti a portarli a maturazione.
    @ Marco85 - Sto spingendo la stampante ai massimi regimi, spero di fare in tempo per il momento della consegna (hehehe)...scherzo....hai ragione, per vedere i pannelli bisogna sborsare una buona parte dei soldi ma, per il fotovoltaico dove si ha l'incentivo del GSE, le banche non fanno molti problemi a concedere prestiti a tassi abbordabili.

    RispondiElimina
  6. di erba ce n'è molta ma quella buona finisce subito

    RispondiElimina
  7. @ anonimo - probabilmente non è l' "erba" che cerco io.

    RispondiElimina